Fino a quando si può abortire?

Bis wann kann man abtreiben?

449680753 | Zolnierek | shutterstock.com

Fino a quando è possibile fare un aborto?

 

  • In Italia, l'aborto è normalmente possibile fino alla 12+6 settimane (ovvero 90 giorni ) dal concepimento, o fino alla 14a settimana dal primo giorno dell’ultima mestruazione (calcolo ginecologico).
  • Un aborto farmacologico è possibile solo entro la 9a settimana di gestazione ( ossia 63 giorni dall’ inizio dell’ultima mestruazione).

Suggerimenti per te:

⚖️ "Aborto: sì o no?" - al test d'aborto
🤰 "Sono incinta?" - al test di gravidanza online.

 

Per quanto tempo si può abortire in Italia?

In Italia, l'aborto è lecito secondo la legge fino alla 12a+6gg settimana dopo la fecondazione (o entro i primi tre mesi di gravidanza).

Nel contesto giuridico, questo periodo legale di 90 giorni viene contato a partire dal giorno della fecondazione. A volte, però, si sente anche parlare della 14ª settimana di gravidanza (SG) come il momento fino al quale si può abortire. In questo caso, è il metodo di conteggio ginecologico, che si basa sempre sull'inizio dell’ultima mestruazione. Da questo punto di vista, in Italia un aborto è possibile fino a circa il 14° SG/week secondo il calcolo del ginecologo.

Mentre un aborto chirurgico in Italia è possibile fino alla 22a settimana,  quello farmacologico ha per ragioni mediche  un tempo più limitato.


Qui puoi trovare una panoramica delle scadenze esatte per l' Italia:

Fino a quando è possibile abortire in italia?

 

Aborto farmacologico

Aborto chirurgico

Giorno

fino 63° giorno di amenorrea

 

Settimana

  • entro la 7a settimana (dalla fecondazione)
  • entro la 9a settimana (calcolando dal primo giorno dell’ultima mestruazione)
  • fino alla fine della 12a settimana (calcolata dalla fecondazione)
  • fino alla fine della 14a settimana (calcolata dal primo giorno dell'ultimo giorno delle mestruazioni)

Mese

 

entro i "primi tre mesi" di gravidanza

 

L'aborto senza penalità può essere realizzato entro questi periodi non prima di sette giorni dopo una consulenza in un consultorio o da un medico di fiducia o una struttura socio-sanitaria riconosciuta dallo Stato. Questi rilascia poi un documento attestante lo stato di gravidanza e l’avvenuta richiesta di interruzione della gravidanza oppure un certificato attestante l’urgenza.

A proposito: in certi casi eccezionali, l'aborto è permesso anche  più tardi in Italia. Nell'articolo "Aborto terapeutico" puoi scoprire in quali circostanze e fino a quando è possibile un aborto tardivo, chiamato ufficialmente aborto terapeutico.

 

Questo è il tempo che mi rimane - e ora?

Può darsi che tu sia preoccupata per molte altre cose oltre alla questione per quanto tempo sia possibile abortire. Potresti anche non essere sicura di cosa fare dopo e quale decisione è sostenibile a lungo termine...

Nell'articolo "Gravidanza inattesa - e adesso?" troverai consigli su come affrontare la situazione.

In questo momento così stressante dove mille pensieri ti passano per la testa, l’importante sarebbe prendersi un pò di tempo per valutare bene le opzioni e non lasciarsi prendere dalle paure ed i timori. Infatti la paura è cattiva consigliera. Non sei sola! Desideriamo starti vicino proprio adesso con la nostra esperienza e speriamo così che tu possa prendere in libertà questa decisione importante per la tua vita. 

Hai le seguenti opzioni per ricevere una valutazione immediata:

Anche interessante:

Fonte:

Legge 78/194: Presidenza del consiglio dei Ministri -portale delle leggi vigenti (10.11.2021)

 

Hat Dir dieser Artikel weitergeholfen?