Coercizione all'aborto

Costrizione all'aborto

Il mio compagno o qualcun altro può obbligarmi ad abortire?

Per i legislatori italiani è importante che le donne incinte (senza averlo pianificato) siano ben protette - da qualsiasi tipo di violenza fisica o psicologica. È quindi un reato punibile costringere una donna ad abortire.

La base legale di questo argomento e cosa puoi fare se vieni spinta verso l’aborto, lo puoi trovare qui.

 

Legge: Coercizione ad una non voluta interruzione di gravidanza 

In Italia è un reato penale costringere una donna ad interrompere la gravidanza.
L' articolo 18 Legge n. 194/1978 regola tutto ciò che ha a che fare con il reato di „coercizione" chiamato anche nella legge „consenso estorto con minaccia o violenza ovvero carpito con l’inganno“. Coercizione significa che una persona è costretta a commettere un atto sotto la minaccia di violenza o di un male grave.

Se una donna viene costretta ad abortire, questo può avere conseguenze penali. Anche il semplice tentativo di costringere una donna ad abortire è punibile.

Secondo la legge è quindi importante che l’aborto sia una decisione libera e autonoma della donna - e che lei non ne venga costretta. 
La legge italiana prevede pene di reclusione da quattro a otto anni per questo reato - perché il legislatore reputa questo comportamento come una grande ingiustizia nei confronti della donna.

 

Pressione esercitata dall’ambiente

Se il tuo ambiente circostante esprime chiaramente ed in maniera veemente che l'aborto è l'unica via per te, o se ti senti spinta in quella direzione da altre persone, questo può essere decisamente un'intrusione nella tua libertà personale.

Queste influenze esterne possono rendere ancora più difficile prendere una decisione che ti faccia sentire a tuo agio a lungo termine e che sia in linea con i tuoi valori  interiori e le tue convinzioni.

✅ Nell'articolo "Come posso prendere una buona decisione?" troverai consigli su come avvicinarti a un percorso che è quello più giusto per te.
Forse in questo momento ti senti combattuta. Sarebbe comprensibile se tu desiderassi che la pressione su di te finisse e tu non ti sentissi più costretta. Per questo forse ti stai ponendo la domanda: Devo abortire o no? Contemporaneamente desidereresti seguire ciò che è importante per te.

  • ⚖️ Aborto:sì o no? - al test d’aborto ( con valutazione immediata via mail)
  • 🏠 Vuoi cercare una casa di accoglienza per mamma/bambino? - qui troverai le informazioni necessarie.

 

Quando i genitori sono contro un bambino

Le giovani donne che sono rimaste incinte non intenzionalmente spesso soffrono perché i loro genitori si rifiutano di sostenerle o minacciano di cacciarle via. Specialmente le donne che vivono ancora a casa o che sono in un particolare tipo di relazione di dipendenza da altre persone (per esempio genitori, parenti, partner, datori di lavoro, ecc.) spesso trovano difficile sfuggire a questa pressione.

Tuttavia, anche i genitori di una giovane donna non devono farle pressione per interrompere la gravidanza.

 

Quando il partner reagisce con un rifiuto

Purtroppo succede spesso che il partner/padre si esprima contro l'avere un figlio insieme, a volte anche in modo minaccioso.

🧔🏻‍♂️ Nell’articolo "Incinta - lui non vuole il bambino" puoi leggere di più sul perché alcuni uomini reagiscono in questo modo. Riceverai anche dei consigli su come affrontare questa situazioneForse in questo momento non te lo puoi immaginare, ma spesso l’esperienza ci ha insegnato, che la maggior parte degli uomini ha bisogno di un pò di più tempo delle donne per accettare la situazione. Poi dopo guardando indietro, gli uomini sono spesso felici, che la compagna non si sia fatta rendere insicura dalla sua reazione.
Forse ti può interessare: Come dire al mio partner che voglio tenere il bambino?
👊🏼 Sei stata minacciata?
👮🏽‍♂️ Se ti trovi in una situazione di emergenza puoi rivolgerti alla polizia/carabinieri.

 

Spinta ad abortire - se tu stessa ne sei affetta

La situazione attuale è probabilmente tutt'altro che facile per te e stai lottando per prendere una buona decisione. Abbiamo alcuni pensieri e consigli per te che possono aiutarti:

  • Tu hai il diritto legale di non essere messa sotto pressione in questa decisione.
  • Forse ti aiuterà in questo processo interiore cercare il sostegno di una persona esterna per applicare la tua personale libertà di scelta. Forse ci sono persone care nel tuo ambiente che ti sostengono e ti danno spazio per trovare la tua strada?
  • Per alcune donne è d’aiuto, per prima cosa, prendere una distanza concreta dalle persone dalle quali si sente messa sotto pressione per abortire.
  • I nostri test ed articoli sono creati proprio per donne in una situazione simile. Alla base di tutto c’è la nostra esperienza pluriennale ed il rispetto totale della tua libertà di scelta. Puoi darti tutto il tempo che necessiti! Ne vali la pena! Se lo desideri usufruisci delle nostre offerte di consulenza a livello digitale.

 I nostri servizi di consulenza per te con valutazione immediata:

Anche interessante:

 

Fonte:
Legge 78/194

Questo articolo ti è stato d’aiuto?