Incinta durante lo studio

Incinta durante lo studio

È una cosa Impossibile o è il momento giusto?

  • Una gravidanza durante lo studio non dovrebbe svantaggiarti rispetto agli altri studenti.
  • Diverse università ed Atenei offrono aiuti e vanno incontro alle necessità dei loro studenti e studentesse che diventano genitori durante l’università.
  • Le studentesse ricevono le stesse sovvenzioni delle altre mamme.

In questo articolo troverai informazioni e suggerimenti per questa fase speciale.

 

Incinta in gravidanza - avrò degli svantaggi?

Dal punto di vista legale la studentessa viene equiparata ad una lavoratrice, quindi vigono le norme per la tutela ed il sostegno della maternità (D.Lgsl 151/2001).

Le varie istituzioni educative di solito offrono opzioni per permettere alle donne che sono o diventano incinte durante i loro studi di far sì che i loro studi si svolgano nel miglior modo possibile.

Per scoprire com'è la situazione nella tua università, puoi contattare il servizio di segreteria studenti della tua università. Lì riceverai maggiori informazioni sui regolamenti, le linee guida e le diverse possibilità.

 

Di cosa devo tenere conto?

Per quanto riguarda la gravidanza durante lo studio, forse stai proprio pensando a queste cose:

  • Pianificazione del tempo
  • Esami e valutazioni
  • Studiare a part-time
  • Servizi per l’infanzia
  • Alloggio

 

1. ⏰ Pianificazione del tempo

Esistono diverse possibilità per organizzare bene il tuo piano di studi in gravidanza e in allattamento.

Sospensione degli studi o interruzione temporanea

Dopo il parto alcuni genitori si vogliono prendere un pò di tempo per stare con il loro bambino e poterselo godere senza impegni e stress. Tra l’altro così ci si può abituare meglio alla nuova situazione senza fretta. La sospensione degli studi è una buona possibilità per riuscire a combinare le due cose senza perdere tempo. La maternità è un esperienza che arricchisce! In molte università la studentessa in maternità viene anche esonerata spesso totalmente dalla contribuzione universitaria, siccome ogni università o ateneo hanno regolamenti diversi, informati bene sul procedimento alla tua università.

Studiare senza pausa

Forse, invece, preferisci continuare a studiare. Anche questo è possibile! Al contrario di chi lavora, che per legge è obbligata a fare il congedo di maternità di 5 mesi flessibilmente fruibili, tu, se lo desideri, puoi continuare a studiare senza pausa. Esistono delle eccezioni per i laboratori con contatto di agenti chimici che ovviamente sono proibiti. Alcune studentesse mamme si portano dietro il loro neonato perfino durante le lezioni e possono così unire le due cose senza grossi inghippi. Per alcune lauree questo è possibile senza problemi. In alcune università esiste l’abbattimento del 50% del contributo onnicomprensivo unico.

 

2. ✍🏼 Esami e prove di verifica del profitto

Come già detto, a volte le date di alcuni esami medici (o del parto) possono coincidere con il giorno di un esame o di un laboratorio. Questo non deve preoccuparti: se ti munisci di un certificato medico e cerchi al più presto possibile un dialogo con il docente, così la tua eventuale assenza non avrà influenza sulla tua carriera universitaria e tu potrai sostenere l'esame o la valutazione del laboratorio fissando semplicemente nuova data.

 

3. 🤰🏻 Studiare a part-time o on-line

Esiste la possibilità anche di studiare a tempo parziale e poi dopo un tempo passare di nuovo a tempo pieno. Facendo così potresti non solo occuparti del suo bambino ma anche continuare a studiare senza lo stress e la pressione dello studio a tempo pieno. Informati nella tua università quali premesse sono necessarie ed a quanto ammontano le retribuzioni.

Una possibilità oggigiorno è di passare ad una facoltà che offra meno presenza e più in modalità e-learning. Grazie alla possibilità di partecipazione alle lezioni e materiale didattico tutto in formato digitale, avrai la possibilità di concentrarti e organizzarti al meglio la tua giornata. Potrai alternare a tuo piacimento i tempi di studio ed i tempi con il tuo bambino senza la paura di perdere le lezioni o lo stress di dover essere ad una determinata ora all’università.

 

4. 💪🏼 Stage o tirocinio

Molti corsi di laurea sostengono e appoggiano diversi stage/tirocini di formazione o curricolare, cioè durante l’università. Se ti trovi proprio adesso in „stato interessante“ la prima cosa da fare è informarti sui tuoi diritti e informare, a seconda del tipo di tirocinio, il tutore aziendale e universitario. Se tu ti trovassi in un laboratorio con sostanze chimiche, secondo la legge, devi informare subito il tutor della tua gravidanza, anche nel caso tu abbia un tirocinio in scuole, asili o nel settore sanitario. Il Decreto legislativo 151/2008 tutela anche in questo caso la maternità.

✈️ Forse stai facendo uno stage o un semestre all’estero? - Incinta inaspettatamente all’estero e adesso che posso fare?

 

5. 🚼 Servizi per l’infanzia

Alcuni corsi di laurea sono impegnativi e quindi una mamma non può accudire tutto il tempo il proprio bambino. Oppure devi anche lavorare o fare qualche lavoretto occasionale. Alcune università o atenei offrono agli studenti genitori/studentesse mamme dei servizi di asilo nido. La cosa migliore è informarsi alla segreteria studenti. Comunque anche in asili nido statali la quota viene calcolata a seconda del reddito, quindi vale la pena chiedere anche in queste istituzioni.

 

6. 🏠 Alloggio

In alcune città non è facile trovare alloggio. Molte università hanno però anche campus con diverse possibilità ed esistono anche studenti di istituzioni religiose che tra l’altro gestiscono anche asili e scuole materne. In Internet troverai sicuramente cosa offre la tua città anche attraverso i servizi sociali, inoltre esistono case mamma-bambino di Cooperative sociali o Caritas e associazioni Onlus, che ospitano mamme single o ragazze madri in difficoltà.

 

Aiuti finanziari per donne in gravidanza che studiano

Esistono diversi aiuti che puoi ricevere in gravidanza e dopo il parto. Per mamme studentesse non esistono aiuti specifici ma ricevono gli aiuti che ricevono anche le altre donne in gravidanza:

  • Bonus mamma domani o premio alla nascita viene concesso in un’unica soluzione per ogni figlio e gravidanza da presentare dopo il settimo mese di gestazione o dopo la nascita. L’importo è di 800€.
  • Bonus bebè che è un aiuto mensile fino al compimento del primo anno di età e la domanda deve essere presentata entro i 90 giorni dalla nascita altrimenti perderai le mensilità precedenti.
  • Assegno unico universale che sostituisce il bonus mamma domani e il bonus bebè.
  • Assegno comunale per quelle donne che non hanno lavorato e che non ricevono già un sussidio dall’Inps.

Per semplificare la cosa per te, la cosa migliore è rivolgersi ad un patronato che per pochi soldi inoltrerà per te le domande altrimenti puoi informarti meglio sul sito dell’Inps.

 

Università: tempo migliore per gravidanza e figli!?!

Restare incinta durante gli studi universitari può avere i suoi vantaggi. La cosa interessante è che molti genitori-studenti dicono che non è una catastrofe anzi è un colpo di fortuna.

Molte donne, che sono rimaste incinte durante lo studio, raccontano:

  • Non ho mai avuto così tanto tempo per mio figlio come durante l’università e non sono mai più stata così flessibile nella gestione del mio tempo!
  • La maternità/paternità affina le capacità personali: assunzione di responsabilità, gestione sensata del tempo, gestione adeguata del denaro. Tutto questo è importante anche per la mia vita futura (professionale) e in seguito mi ha aiutato molto.
  • Grazie al mio bambino sono riuscita a laurearmi. Ho vissuto più volte dei momenti di demotivazione ed avrei quasi buttato tutto all’aria. Quando ho scoperto di essere incinta, al primo momento ero scioccata poi però ho avuto un buon motivo per continuare a studiare. All’improvviso sapevo perché valeva la pena sforzarsi. Adesso che sono laureata lo devo al mio bambino.
  • Diventare un genitore in giovane età significa gustare di più dei figli - ero più vicina a loro e sono grata per ogni giorno…

Tuttavia, è del tutto normale se all'inizio ti senti sopraffatta dal pensiero di dover conciliare lo studio e l'educazione dei figli.

 

Gravidanza indesiderata all'università e molte preoccupazioni

Forse hai letto fin qui e ti sei fatta delle idee su come gli studi e la gravidanza potrebbero essere fattibili... Forse però sei ancora incerta e hai pensieri e sentimenti molto differenti su come le cose si possono evolvere in futuro.

In una situazione del genere a molte donne ha fatto bene confidarsi con una persona di cui si ha una fiducia totale, magari una cara amica esperta della vita, una cara zia comprensiva o una vicina di casa che ti è simpatica e con cui senti una certa sintonia. Questo esternare dei pensieri di solito aiuta a ordinarli e a mettere in parole i tuoi sentimenti per trovare forse dopo le prime soluzioni.

Nel nostro sito troverai molte informazioni utili sulla gravidanza ma anche sulle diverse situazioni in cui forse ti trovi pure tu. Non esitare a fruire dei nostri test a tutte le ore del giorno e della notte. Desideriamo sostenerti come donna e crediamo nelle tue capacità!

 

Altri articoli interessanti:

 

Quellen:

Dipartimento per le politiche giovanili ed il servizio civile universale (22.02.2022)
Decreto Legislativo 26 marzo 2001, n. 151 (21.03.2022)
Legge 8 marzo 2000, nr. 53 (21.03.2022)
Inps - Istituto Nazionale della Previdenza Sociale (23.03.2022)
Governo italiano - Presidenza del Consiglio dei Ministri (30.03.2022)
Direzione didattica studenti Unito (17.03.2022)

Questo articolo ti è stato d’aiuto?