Lo verranno a sapere i miei genitori? Aborto sotto i 18 anni - situazione giuridica in Italia

Aborto sotto i 18 anni

91889813 | Aleshyn_Andrei | shutterstock.com

Si può abortire sotto i 18 senza che i genitori lo sappiano?

🙍🏻‍♀️ Incinta sotto i 18: sono troppo giovane per avere un bambino? - Fa' l'auto-test.

  • In Italia le donne incinte che hanno un età inferiore ai 18 anni possono abortire, la legge lo permette.
  • Per donne minorenni è necessario l’assenso di chi esercita la responsabilità genitoriale, cioè i genitori o il tutore della donna stessa.
  • Una gravidanza non pianificata in giovane età di solito provoca uno shock iniziale. Proprio a causa di questo sarebbe importante non rimanere da sola in questa situazione!

Aborto sotto i 18 anni: sono troppo giovane per avere un bambino? - Il tuo auto-test

Se lo desideri puoi cliccare 3 opzioni sulla tua situazione personale. Riceverai sul tuo schermo in pochi secondi una valutazione della tua situazione!

📲Il test dura solo 2 minuti!

Abortire sotto i 18 - a che età è possibile abortire?

Di per sé non esiste un'età minima per un abortire. Le donne minorenni, quindi sotto i 18 anni, hanno anche la possibilità di fare un'interruzione volontaria la gravidanza (IVG).

La legge prevede che il medico, per eseguire un aborto, deve avere il consenso dei genitori o di chi ha la tutela. Per quanto riguarda il resto, si applicano le norme legali vigenti per un'interruzione volontaria di gravidanza, indipendentemente dall'età: Abortire in Italia - legge vigente

Forse stai leggendo qui perché sei incinta senza desiderarlo o hai paura di esserlo. Allora il pensiero di abortire può venire subito in mente.

Probabilmente avevi progetti completamente diversi per il prossimo tempo. Forse ti senti sola in questa circostanza o troppo giovane per diventare mamma. Può anche darsi che non abbia un fidanzato e che tu non sappia quali sentimenti prova il padre del bambino sia nei tuoi che nei confronti del bambino o forse non sai soprattutto come reagiranno i tuoi genitori.

Si può abortire sotto i 18 anni senza il permesso dei genitori?

Una donna sotto i 18 anni secondo la legge non può abortire senza il consenso dei genitori.

Secondo l'articolo 12 della Legge 194, abortire per una donna al di sotto dei 18 anni senza il consenso dei genitori è possibile solamente nel caso in cui ricorrano seri motivi.
Nel caso in cui ci siano seri motivi che impediscono o sconsigliano la consultazione dei genitori o del tutore. Rivolgendosi al medico di fiducia o al consultorio essi potranno rivolgersi ad un giudice tutelare.

ℹ️ Il ginecologo è tenuto al segreto professionale. Puoi quindi parlare con lui in modo confidenziale senza che i tuoi genitori vengano informati. Tuttavia, non è sempre possibile escludere che i tuoi genitori lo vengano a sapere da altre fonti.

È possibile che tu ti stia vergognando della gravidanza e che quindi desideri che nessuno lo venga a sapere soprattutto i tuoi genitori. Allo stesso tempo potresti sentirti sola anche perché non hai ancora parlato con qualcuno di questa situazione. Esiste una persona adulta di cui ti fidi ciecamente? Hai forse una sorella più vecchia o una zia preferita che reputi in grado di aiutarti? Hai un’amica fidata che ti può stare a fianco?

Paura della reazione dei tuoi genitori

I tuoi genitori probabilmente non sanno della tua gravidanza o che stai pensando di abortire. Forse hai paura di come potrebbero reagire. Può essere che non sappiano che tu hai un ragazzo e che sei sessualmente attiva. Potrebbe anche essere che tu abbia paura di deluderli o di gravare su di loro. È comprensibile che tali pensieri e preoccupazioni ti rendano molto insicura.

È difficile valutare dall'esterno come reagiranno effettivamente i tuoi genitori alla notizia di diventare nonni. Tuttavia, nella consulenza sperimentiamo spesso che la famiglia reagisce molto più positivamente del previsto. Non sempre dall'inizio, a volte l'atteso scoppio d'ira avviene effettivamente all'inizio.

❤️ Ma l'esperienza mostra anche che questo shock iniziale spesso lascia il posto a un atteggiamento del tipo "Insieme ce la faremo!". Con il tempo cresce la comprensione e il desiderio di accudimento. Quando poi si sceglie di portare avanti la gravidanza con il tempo cresce in loro la gioia di avere un nipote. Spesso offrono inaspettatamente il loro sostegno, e la situazione si rilassa notevolmente. Forse potrebbe succedere proprio questo anche a te!


5 consigli per parlare con i tuoi genitori

Se ti stai chiedendo, se valga la pena parlare con i tuoi genitori, abbiamo raccolto qui 5 consigli per prepararti al colloquio con loro:

1.👥 Cercati un sostegno

Può essere d'aiuto parlare della tua situazione prima con un'altra persona adulta di cui ti fidi; (per esempio tua sorella maggiore, tua nonna, una zia o una vicina di casa fidata). Probabilmente reagiranno con più calma perché hanno un altro ruolo. Un colloquio poi con i genitori e la persona di fiducia ha un decorso più tranquillo.

2. 🤔 Prima pensa bene a quello che vuoi dire

Durante la conversazione e in preda alle emozioni, spesso ci si dimentica di ciò che si voleva dire effettivamente. Quindi è meglio pensare in anticipo a quello che si vuole dire e a come lo si vuole dire. Puoi anche farti degli appunti e leggerli durante la conversazione.

3. 🙏 Prega i tuoi genitori di aiutarti

Un buon modo per iniziare la conversazione potrebbe essere quello di dire apertamente ai tuoi genitori che ti trovi in una situazione difficile in cui hai bisogno del loro sostegno - e che hai le tue difficoltà a parlare con loro. Puoi quindi chiedergli di starti vicina in questa situazione;

In questo modo, puoi smussare gli angoli in anticipo, per così dire, prima di tematizzare la gravidanza.

4.🧑/👨 Parlare prima con un genitore

Può essere vantaggioso pensare con quale genitore tu (su questo argomento) hai un rapporto migliore - con tuo padre o con tua madre? Puoi quindi parlare prima con questo genitore. In questo modo lo avrai già coinvolto quando parlerete con l'altro genitore che potrebbe perdere le staffe più rapidamente (su questo argomento).

5.🕰 Dargli tempo

All'inizio i tuoi genitori saranno probabilmente sorpresi e non sapranno esattamente come affrontare la situazione. Può essere utile dar loro il tempo di digerire la notizia e non pretendere subito una certo tipo di reazione. Questo dà loro l'opportunità di ripensare sul loro atteggiamento e sulle loro parole.


Una giovane donna sotto i 18 anni può essere costretta ad abortire?

Forse ti stai chiedendo se i tuoi genitori possono costringerti ad abortire o forse c'è qualcuno nel tuo ambiente circostante che ti sta spingendo molto ad abortire. È molto probabile che tu stessa non sappia ancora cosa vuoi fare esattamente; o desidereresti avere il bambino.

Può essere un sollievo cheche né i tuoi genitori, né il padre del bambino, né nessun altro può spingerti in questa direzione. Questo non è permesso neanche minacciandoti di buttarti fuori casa o qualsiasi altra minaccia. È stabilito per legge che nessuno può costringerti ad abortire.

Importante da sapere: Nel caso in cui tu non voglia continuare a vivere a casa dei tuoi genitori per qualsiasi motivo - forse perché sarebbe difficoltoso a causa della gravidanza - ci sono numerose opzioni di sostegno, come le case di accoglienza per madri e figli.

Se ti trovassi in una situazione d’emergenza, nella quale tu abbia paura della tua famiglia o altre persone ti minaccino...

Giovane, incinta e disperata- e adesso?

Probabilmente non hai progettato di avere un bambino così presto. E così la gravidanza ti sembra porti davanti una sfida grande e una preoccupazione. Forse non riesci a vedere una possibilità di come potrebbero evolversi le cose.

Ti vengono forse in mente delle persone di cui hai fiducia alle quali potresti rivolgerti? Persone che possono sostenerti per scoprire cosa ti comanda il cuore e ti possano incoraggiare ad ascoltarlo - nonostante le difficili circostanze. 💟

Forse uno dei seguenti test gratuiti potrebbero esserti d’aiuto nella tua situazione personale:

Questo articolo ti è stato d’aiuto?