Rischi fisici e conseguenze dell'aborto

Rischi fisici e conseguenze dell'aborto

Possibili complicazioni, effetti collaterali e dolore

🛤 Può un aborto avere delle conseguenze? - vai all'auto-test

  • Da un punto di vista medico l'interruzione di gravidanza non è considerato generalmente un grande intervento chirurgico  Tuttavia, è un intervento nei processi naturali del corpo.
  • Ci sono quindi vari rischi fisici e possibili conseguenze. Questi dipendono anche dal metodo di aborto.

Può un aborto avere delle conseguenze? - Il tuo auto-test

Anche tu stessa hai questo problema? Se vuoi, puoi inserire qui 3 informazioni sulla tua situazione personale. Riceverai quindi una valutazione di consulenza sul tuo schermo entro pochi secondi!

 

 

L'aborto dal punto di vista medico

Da un punto di vista medico, un interruzione di gravidanza è considerata una procedura relativamente minore (per esempio, paragonato a una grande chirurgia addominale).

Tuttavia, l'interruzione di una gravidanza è la brusca interruzione di un processo fisico al quale il corpo femminile si è adattato. A seconda delle condizioni fisiche generali, le conseguenze fisiche di un aborto possono anche essere diverse da donna a donna.

È importante anche se l'aborto è un aborto farmacologico, un aborto con aspirazione, un aborto con curettage o un aborto a termine.

 

Rischi e conseguenze di un aborto farmacologico

Un aborto farmacologico viene eseguito con il farmaco Mifegyne®, di solito in combinazione con una prostaglandina (farmaco che favorisce il travaglio). Puoi leggere di più sulla procedura e su come funziona qui: Aborto con Mifegyne®.

A prima vista, un aborto con delle compresse può sembrare più dolce e meno stressante per la donna - dopo tutto, l'alternativa sarebbe la chirurgia. Tuttavia, un aborto farmacologico con la "pillola abortiva" può essere fisicamente impegnativo e comporta alcuni rischi:

 

Rischi ed effetti collaterali

  • L'aborto con le compresse provoca un'emorragia. Queste sono spesso più pesanti di un normale sanguinamento mestruale.
  • Il dolore dovuto ai crampi è un effetto collaterale comune. Molte donne li descrivono come più dolorosi dei "normali" dolori mestruali.
  • L'aborto farmacologico richiede più tempo della chirurgia. Il sanguinamento vaginale può continuare fino a 12 giorni dopo.
  • Ci possono anche essere effetti collaterali come mal di testa, nausea o vertigini perché le prostaglandine usate possono mettere a dura prova la circolazione.

 

Possibili conseguenze

  • Il metodo di aborto farmacologico è un intervento sull'equilibrio ormonale della donna. Poiché il corpo deve riportare il livello ormonale al suo equilibrio naturale, le successive irregolarità del ciclo non sono rare.
  • Può anche succedere che dopo l'aborto ci siano ancora residui di mucosa nell'utero. Se questo viene scoperto durante l'esame di controllo consecutivo, deve avere luogo un ulteriore raschiamento di solito sotto anestesia.

ℹ️ Un aborto farmacologico deve essere seguito sotto controllo ginecologico in uno studio medico. In questo modo, nella maggior parte dei casi si possono prevenire gravi complicazioni.

 

Rischi dell'aborto con il metodo dell'aspirazione

Il metodo di aspirazione è il metodo di aborto più comune in Italia. Potete leggere di più sul metodo dell'aspirazione qui.

Nel complesso, ha un tasso di complicazioni più basso rispetto al raschiamento.
Tuttavia, ci sono anche alcuni effetti e possibili rischi con l'aspirazione:

 

Rischi ed effetti collaterali

  • Dolore: dopo l'aspirazione, l'utero reagisce con contrazioni simili alle doglie del parto per raggiungere di nuovo le sue dimensioni originali. Questo può provocare un dolore da trazione e da crampi. Questi sono paragonabili al dolore all'inizio di un ciclo mestruale abbondante.
  • Sanguinamento post-mestruale, che può durare fino a due settimane . Di solito non sono così abbondanti come un normale perdita di sangue mestruale, ma ci possono essere anche perdite di sangue abbondanti inaspettate. Ci sono anche donne che non iniziano a sanguinare fino al terzo o quinto giorno, seguite da spotting per diversi giorni.
  • Aumento del rischio di infezione durante le perdite post-aborto: C'è un aumento del rischio di infezione uterina dopo l'aborto. Si consiglia di evitare l'uso di assorbenti interni o tamponi, rapporti sessuali, fare il bagno o fare nuoto e le visite alla sauna. Si può anche sviluppare una peritonite o un'infiammazione delle tube di Falloppio.
  • Molto raramente, si verifica un' emorragia massiva quando la sensibile parete uterina viene perforata dagli strumenti medici (perforazione). Tali lesioni richiedono cure di emergenza; nel caso peggiore, può essere necessario rimuovere completamente l'utero (isterectomia).

 

Possibili conseguenze

Il rischio di parto prematuro nelle gravidanze successive può aumentare se la mucosa, l'utero o soprattutto la cervice sono stati danneggiati dagli strumenti e sono quindi meno resistenti (insufficienza cervicale).

 

Rischi e conseguenze di un raschiamento

Il curettage cervicale, anche chiamato raschiamento, è usato meno frequentemente a causa della maggiore probabilità di complicazioni. Piuttosto, è spesso necessario in seguito a un aborto farmacologico o all'aspirazione, nel caso in cui il tessuto circostante non sia stato completamente espulso.

Il raschiamento, oltre ai rischi dell'aborto per aspirazione già menzionati, porta con sè anche i seguenti rischi:

  • Possibilità di lesione del tessuto uterino nella sua profondità, che favorisce le aderenze e la formazione di tessuto cicatriziale  (sindrome di Asherman) e aumenta il rischio futuro di aborto.
  • In singoli casi complicazioni gravi in cui viene rimosso troppo tessuto uterino, fanno sì che successivamente una gravidanza non sia più possibile. Nel peggiore dei casi, questo significa infertilità.

Se l'intervento procede senza complicazioni e non si verificano complicazioni successive, generalmente dopo un po' non è più fisicamente rilevabile che un aborto ha avuto luogo.

ℹ️ I metodi di aborto chirurgico (aspirazione o curettage/raschiamento) sono eseguiti in anestesia generale o locale. Di conseguenza, il metodo anestetico scelto porta a rischi ed effetti fisici, le cui conseguenze si possono leggere qui: Aborto - quale anestetico?

 

Rischi e conseguenze di un aborto tardivo

Un aborto tardivo ha anche alcuni effetti fisici oltre allo stress emotivo  maggiore

  • Dato che deve essere indotto come un vero parto di solito , la donna deve anche sopportare lo sforzo fisico di un parto completo, con le contrazioni e tutte le possibili complicazioni della nascita che lo accompagnano.
  • C'è anche un periodo post-partum, che può durare diverse settimane, durante il quale il corpo deve adattare il livello ormonale dallo stato di gravidanza a quello di non gravidanza. Tra le altre cose, questo può portare alla formazione di latte nel seno, ciò richiederà la somministrazione di farmaci ormonali per sopprimere questo processo.

Potete trovare maggiori informazioni qui: Aborto terapeutico

 

Informazioni e sostegno nel processo decisionale

Forse queste informazioni ti aiutano già un po'. Tuttavia, potresti avere ancora delle domande, o potresti voler avere una valutazione più dettagliata della tua situazione individuale da parte di un medico esperto in aggiunta a queste informazioni. Non esitare a consultare un ginecologo e un'ostetrica esperta.

Tutti i nostri articoli e test li abbiamo scritti e creati grazie alla nostra esperienza nella consulenza, essi possono aiutarti a calmare e mettere il cuore in pace. Nel caso tu abbia bisogno di chiarirti le idee, i nostri test, fattibili a tutte le ore del giorno, possono portare luce nel buio della situazione. Per poter vedere al buoi basta anche solo il lume di una candela! Desideriamo  sostenerti, non sei sola! Tutti i test sono gratuiti e  inoltre riceverai una valutazione immediata.

 

Anche interessante:

 

Questo articolo ti è stato d’aiuto?